Indagine sull’atteggiamento del diabetologo nei confronti dell’ipoglicemia nel paziente con diabete – Commento

Carmine Fanelli
Dipartimento di Medicina Interna, Scienze Endocrine e Metaboliche, Università degli Studi di Perugia

L’ipoglicemia iatrogena è la complicanza più comune della terapia ipoglicemizzante condotta con insulina, sulfoniluree e glinidi, mentre è meno comune con gli altri antidiabetici orali. È più frequente nei pazienti con diabete di tipo 1 rispetto a quelli con diabete di tipo 2, e nei soggetti con un deficit più marcato di secrezione insulinica e maggiore durata di malattia. È responsabile di una compromissione acuta delle condizioni intellettuali e fisiche del paziente e, se prolungata o grave, può determinare confusione, convulsioni, perdita di coscienza e perfino la morte.

I contenuti de il Diabete sono accessibili solo a Soci SID e Abbonati.
Se sei socio accedi direttamente dal sito SID www.siditalia.it eseguendo questi passaggi:
- effettua il login al sito SID
- vai alla sezione "Formazione"
- clicca il link "Rivista il Diabete" in basso a sinistra

Se sei abbonato inserisci qui le tue credenziali
:
:
Content Protected by SmartLogix
Per qualsiasi problema ti invitiamo a contattarci al numero 051/232882 se sei un abbonato, o a contattare SID Italia se sei un socio SID.