Wednesday, 21st February 2018; Aut. Trib. Milano n°706 del 2/11/1988

Il metabolismo energetico muscolare nei soggetti sani, nei diabetici di tipo 2 e negli atleti

Posted on 13. giu, 2017 by in Rassegna, Vol. 29, N. 1 marzo 2017

Roberto Codella1, 2, Livio Luzi1, 2, 3

1 Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute, Università degli Studi di Milano; 2 Centro di Ricerca sui Metabolismi, IRCCS Policlinico San Donato Milanese, San Donato Milanese; 3 UOC  Area di Endocrinologia e Malattie Metaboliche, IRCCS Policlinico San Donato Milanese, San Donato Milanese

 INTRODUZIONE

L’esercizio fisico, insieme alla dieta e alla terapia farmacologica, rappresenta una delle tre pietre miliari nel trattamento e nella cura del diabete mellito di tipo 2. La sua natura non farmacologica, gli effetti benèfici sui fattori di rischio metabolico associati alle complicanze del diabete, e suoi bassi costi, contribuiscono ad aumentare l’“appeal terapeutico” della regolare attività fisica. Interminabile è la lista di studi che dimostra come l’esercizio aumenti il consumo di glucosio a livello periferico e sistemico, migliori la sensibilità insulinica, e consenta di raggiungere posizioni più fisiologicamente accettabili sulla nota curva iperbolica della glucose tolerance. L’esercizio fisico, infatti, è in grado di attivare acutamente il metabolismo del glucosio. Programmi d’allenamento ad hoc sono efficaci nello stimolare l’azione insulinica nell’organismo in toto in pazienti insulino-resistenti. Le evidenze accumulate in questi ultimi anni suggeriscono che l’esercizio fisico aerobico, d’endurance, costituisce una modalità di intervento sicura, realizzabile ed efficace nel trattamento del diabete anche in riferimento alla sopravvivenza. L’esercizio fisico intenso, anaerobico, come quello delle discipline di forza o di potenza, non è altrettanto univocamente riconosciuto come sicuro e semplice da realizzare, ma non meno importante nello stimolare il metabolismo energetico e del glucosio in particolare. La presente disamina contempla questi aspetti, valutando le risposte indotte dalla stimolazione fisica (acuta e cronica) in tre modelli esemplificativi per la comprensione del metabolismo del glucosio: il soggetto in cui tale metabolismo è fisiologicamente funzionante (sano), quello in cui è patologico o scompensato (diabete di tipo 2 e insulino-resistenza) ed infine quello in cui è massimamente vantaggioso per il turn-over dei substrati energetici, ovvero quello dei professionisti sportivi, gli atleti.


I contenuti de il Diabete sono accessibili solo a Soci SID e Abbonati.
Se sei socio accedi direttamente dal sito SID www.siditalia.it eseguendo questi passaggi:
- effettua il login al sito SID
- vai alla sezione "Medici"
- clicca il link "Rivista il Diabete" in alto a sinistra

Se sei abbonato inserisci qui le tue credenziali
:
:
Content Protected by SmartLogix
Per qualsiasi problema ti invitiamo a contattarci al numero 051/232882.

 

Tags: , , ,

Leave a Reply

Please fill the required box or you can’t comment at all. Please use kind words. Your e-mail address will not be published.

Gravatar is supported.

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>